Se nel modello organizzativo per funzioni, quello tradizionalmente prevalente, era determinante la suddivisione del lavoro secondo criteri di omogeneità, nell'organizzazione per processi è necessario promuovere la collaborazione fra diverse funzioni, per conseguire obiettivi comuni. In un contesto dominato sempre più dall'organizzazione in rete della produzione - fondata sulla collaborazione tra imprese, micro-imprenditori e lavoratori indipendenti - l'organizzazione dei processi è sovente frutto dell'interazione tra i diversi soggetti. Uno o più processi vengono insomma a costituire il mercatoentro il quale l'impresa opera.

È importante mettere bene a fuoco questi concetti. La creazione di valore- obiettivo fondamentale dell'impresa - si realizza all'interno dei processi. È perciò essenziale riuscire a "vedere" i legami fra le diverse funzioni all'interno di un processo e ricordare che ogni funzione è coinvolta in diversi processi, come risulta dai seguenti esempi:

Funzione > Processi
Commerciale Marketing, vendite, gestione ordini, ecc.
Tecnica Progettazione, produzione, manutenzione, approvvigionamenti, ecc.
Amministrativa Fatturazioni, contabilità clienti, contabilità fornitori, emissione offerte, ecc.
Direttiva Pianificazione strategica, gestione del personale, riesame dell'organizzazione, ecc.