Ora che avete stabilito come avviene il processo produttivo, sarete anche in grado di identificare il tipo di funzioni che si rende necessario sviluppare all'interno della tua impresa. Definire l'organizzazione delle risorse umane significa appunto individuare per ciascuna funzione (approvvigionamento,  produzione, vendita, ecc.) le caratteristiche e le competenze che dovrebbero possedere le persone che vi sono preposte.

L'obiettivo che proponiamo con la seguente check list è quindi quello di verificare se avete colto i fabbisogni di "capitale umano" della vostra impresa, se i collaboratori con cui avete scelto di intraprendere la vostra attività si dimostrano adeguati e in grado di sostenere l'impresa assieme a voi e di verificare se e in che misura si rende necessario assumere del personale, che caratteristiche deve avere e quali politiche adottare al riguardo.

  1. In quante e quali funzioni si può suddividere la tua attività d'impresa? Riuscite ad immaginare un organigramma che illustri questa suddivisione?
  2. Come pensate di organizzare ogni singola funzione? Di quante persone avete bisogno per ognuna di esse?
  3. Specificate quali sono nel complesso gli incarichi e le responsabilità relative alle funzioni individuate.
  4. Per ricoprire una determinata posizione, quali competenze personali e professionali ritenete essere indespensabili?
  5. Per ricoprire una determinata posizione, quali competenze personali e professionali ritenete indispensabili?

Stabiliti i compiti e le funzioni che si rendono necessari per gestire la vostra impresa, dovrete verificare anzitutto se voi e le eventuali altre persone che hanno ideato il progetto possedete in modo adeguato tutte le conoscenze e le competenze necessarie, se avete definito in modo chiaro le relative responsabilità e ruoli.

In tal modo sarete anche in grado di stabilire se l'impresa ha bisogno di ulteriori risorse umane da impiegare perché alcune funzioni risultano scoperte.

Insomma: bastate voi? Anche per rispondere a questa domanda in maniera precisa e inequivocabile, procedete con una check-list, rispondendo ad una serie di interrogativi, cominciando dall'analisi delle persone, se ce ne sono, che con voi partecipano al progetto:

Chi sono?

Che lavoro svolgono o hanno svolto?

Le loro precedenti esperienze hanno in qualche modo a che fare con l'oggetto d'impresa? Analizzate i curriculum dei vostri collaboratori e fornite un quadro il più possibile dettagliato del gruppo imprenditoriale. Quindi rispondete alle domande.

  1. Ritenete che i vostri collaboratori abbiano la forza emotiva per intraprendere l'attività d'impresa? Condividono i vostri stessi obiettivi? Possiedono delle conoscenze/competenze che voi non avete? Quali?
  2. Avete già definito chiaramente con gli altri partecipanti al progetto un insieme coerente di ruoli e di responsabilità? Questi ruoli sono coerenti con i rispettivi profili professionali?
  3. In base alle considerazioni svolte, qual è il fabbisogno di personale della vostra impresa? Siete in grado di quantificarlo? Quali compiti e funzioni deve ricoprire il personale?
  4. Quali criteri utilizzerete per selezionare le persone?
  5. Pensate di trovare sul mercato le persone con le giuste qualifiche o dovrete provvedere alla loro formazione iniziale?
  6. Avete pensato a quali tipologie contrattuali impiegare? Farete ricorso al lavoro dipendente, a delle forme di collaborazione o ad altri tipi di rapporto?
  7. Il personale impiegato quanto dovrebbe lavorare in termini di ore giornaliere/settimanali? Per quanti mesi all'anno?
  8. Quali politiche retributive intendete adottare?
  9. Siete orientati allo sviluppo di uno specifico clima organizzativo? Quale?
  10. Quali forme di incentivo dle personale prevedete?
  11. Come pensate di ottenere impegno e partecipazione attiva da parte dei tuoi dipendenti?
  12. In futuro prevedete qualche possibile ampliamento dell'organico? Di quante e quali professionalità potreste avere bisogno?
  13. Di quale tipo di consulenze esterne avete bisogno?