segmentazione

Inoltre i valori e la maniera di segmentare i target seguono l'evoluzione della società. Oggi andiamo sempre di più verso la ricerca di un marketing personalizzato fondato sul rapporto uno a uno e sulla relazione diretta con il cliente. Anche nella micro-impresa questo approccio si fa sempre più strada: il cliente infatti ricerca un servizio e personalizzato, adattato ai propri bisogni e desideri. La standardizzazione lascia dunque il posto alla personalizzazione dei prodotti e dei servizi. La maniera di raccogliere informazioni sul target si evolve pure in questa direzione.

Vediamo un piccolo paragone tra ieri e oggi:


Criteri per segmentare Procedura
Passato Sesso, reddito, età, luogo di residenza... Raccolta di informazioni e dati quantitativi
Presente Psicologia, comportamento, abitudini d'acquisto, stile di vita, tendenze... Osservazione comportamento e raccolta di dati qualitativi
Futuro Singolo individuo marketing one to one, dialogo diretto, e-marketing, fondato sulla relazione

Per davvero definire e analizzare il mercato è dunque necessario procedere ad una segmentazione in profondità. Non vi sono regole precise per attivare questa procedura. Per meglio raccogliere e quindi interpretare i dati che risulteranno dall'analisi del mercato di riferimento, è possibile ricorrere all'aiuto di una tabella, in cui sono riportate alcune variabili che potrete usare per suddividere il mercato in segmenti omogenei. Grazie a questa procedura vi sarà possibile identificare con una certa precisione e affidabilità i tipi di target presenti nel vostro mercato di riferimento.


Variabile geografica
  • Ambito territoriale: nazione, regione, città, campagna
  • Zona climatica
  • Dimensione dei centri urbani
Variabile demografica
  • Livello di reddito
  • Età
  • Sesso
  • Professione
  • Livello di istruzione
  • Dimensioni dell'unità consumatrice (famiglia, single, coppia, comunità)
Variabile psicografica
  • Stile di vita
  • Atteggiamenti
  • Valori
  • Interessi
  • Desideri di acquisto e bisogni
  • Attitudini e abitudini dei consumatori
Variabile comportamentale
  • Abitudini di acquisto
  • Situazioni d'uso
  • Frequenza di acquisto (distribuzione e quantità acquisti)
  • Fedeltà alla marca (clienti occasionali o ricorrenti)
  • Vantaggi ricercati
  • Clienti inconsapevoli o esperti
  • Clienti attuali o potenziali