Il business plan è generalmente costituito da tre parti:

1. PARTE INTRODUTTIVA 2. PARTE TECNICO - OPERATIVA 3. PARTE QUANTITATIVA MONETARIA (PARTE FINANZIARIA)
La parte introduttiva descrive i soci promotori dell'iniziativa, idea imprenditoriale e la genesi dell'idea. La parte tecnico - operativa illustra l'analisi di fattibilità dell'idea imprenditoriale sul mercato e l'organizzazione tecnico - operativa dell'attività. La parte quantitativa - monetaria (parte finanziaria) sviluppa la previsione economico - finanziaria dell'impresa.
  1. una parte introduttiva che descrive i soci promotori dell'iniziativa, l'idea imprenditoriale e la genesi dell'idea;
  2. una parte tecnico-operativa che illustra l'analisi di fattibilità dell'idea imprenditoriale sul mercato e l'organizzazione tecnico-operativa dell'attività;
  3. una parte quantitativa-monetaria (parte finanziaria) che sviluppa la previsione economico-finanziaria dell'impresa.

 

Un business plan ben strutturato facilita la lettura e la comprensione. Seguite quindi la scaletta, detta "Check-List" nell'elaborare il vostro business plan, scegliendo tra i vari aspetti che caratterizzano i punti principali solo ciò che serve ad illustrarne al meglio la vostra visione e idea imprenditoriale.

1. Parte introduttiva

1.1. Dati dell'imprenditore
1.2. Dati dell'azienda
1.3. Riassunto

2. Parte tecnico - operativa

2.1. L'impresa
2.2. Prodotti e servizi
2.3. Mercato
2.4. Concorrenza
2.5. Marketing / Commercializzazione
2.6. Localizzazione / Produzione / Amministrazione
2.7 Organizzazione / Management
2.8. Analisi del rischio
2.9. Timing

3. Parte quantitativa - monetaria

3.1. Piano delle necessità finanziarie
3.2. Conto economico previsionale (o budget preventivo)
3.3. Piano di finanziamento
3.4. Piano di liquidità