Con il metodo effettivo, il contribuente IVA deve compilare ogni trimestre un apposito rendiconto.

Nel rendiconto il contribuente deve indicare il fatturato e l'IVA incassata.

Dopo aver fatto questo, nel rendiconto deve indicare l'IVA che ha pagato sulle forniture di beni e di servizi (IVA anticipata).

Dall'IVA incassata deduce l'IVA anticipata. Il risultato di questa deduzione è l'importo che il contribuente deve versare all'AFC (debito fiscale).

Esempio pratico:

Paolo è un artigiano. Ha scelto di compilare il Rendiconto con il metodo effettivo.

Il fatturato della sua attività, per il primo trimestre, è stato di CHF 100'000. L’IVA incassata è quindi di CHF 7'149,50 (100'000 * 7,7 / 107,7).

Paolo ha acquistato prodotti per CHF 15'000. L’IVA precedente sui prodotti è di CHF 1'072,40 (15'000 * 7,7 / 107,7).

Inoltre Paolo ha avuto costi d’esercizio (benzina, riparazioni auto, consulenza fiduciario, abbonamento telefono, ecc.) per CHF 7'000. L’IVA precedente è di CHF 500,45 (7'000 * 7,7 /107,7).

Ecco come viene calcolato l’importo che Paolo deve versare all’AFC (debito fiscale):

 

 

IVA incassata

  7'149,50

./.

IVA precedente sui prodotti

  1'072,40

./.

IVA precedente sui costi d’esercizio

     500,45

=

Importo dovuto all’AFC (debito fiscale)

  5'576,45