Il termine applicazione, in informatica, individua un programma o una serie di programmi in fase di esecuzione su un computer con lo scopo di rendere possibile una o più funzionalità, servizi o strumenti utili e selezionabili su richiesta dall'utente tramite interfaccia-utente, spesso attraverso un'elaborazione a partire da un input fornito dall'utente interagendo con esso.

Un’applicazione è quindi in grado di fornire tutta una serie di informazioni, immagini, video e supporti audio con grande dinamicità ed i tempo reale. Permette inoltre di aggiornare queste informazioni e raggiungere tutti gli utenti senza alcuna difficoltà.

Per un’azienda è un buon biglietto da visita, in quanto ne determina una certa dinamicità: si è insomma al passo con i tempi, se non addirittura “avanti”. Una App permette poi di comunicare un grande numero di informazioni, magari in maniera diversa rispetto ad un sito web.

Creare un’applicazione è difficile in proporzione al suo contenuto. Più il contenuto è dinamico e interattivo, più servono competenze informatiche di un certo livello. Sarebbe quindi opportuno rivolgersi a dei professionisti prima di tentare un’avventura da “fai da te”.

Progettate da Apple e in origine pensate per iPad e iPhone della casa di Cupertino, oggi le App sono compatibili con ogni supporto informatico, dal telefonino al PC, passando per i tablet. Sono generalmente gratuite. Per generarle e quindi divulgarle è necessario contattare la Apple.